Blog

Parliamone Insieme

Apparecchi acustici: sfatiamo i miti più comuni!

Apparecchi acustici: sfatiamo i miti più comuni!

I progressi medici e scientifici degli ultimi anni hanno favorito la diffusione di apparecchi acustici all’avanguardia, in grado di migliorare fortemente le possibilità comunicative delle persone affette da problemi uditivi.
Eppure la disinformazione a riguardo è ancora tanta!
Facciamo allora un po’ di chiarezza, analizzando i miti più comuni.

Leggi di più
Giovani e udito: quando il volume delle cuffie è troppo alto

Giovani e udito: quando il volume delle cuffie è troppo alto

Stadi, discoteche con musica spaccatimpani, cuffiette collegate a smartphone o lettori MP3: sono questi i nuovi compagni di giovani e meno giovani, che viaggiano con loro sui treni e in aereo, nelle serate con gli amici o in una domenica di corsa al parco. Queste e altre abitudini però stanno mettendo a rischio l’udito di adolescenti e adulti nel mondo: il pericolo riguarda 1,1 miliardi di individui dai 12 ai 35 anni!

Leggi di più
Difendere l’udito (e il cervello)

Difendere l’udito (e il cervello)

Curare il proprio udito e sentire bene significa mantenere in buona salute anche il proprio cervello. È stato infatti dimostrato che il periodo di decadimento cognitivo è direttamente proporzionale al livello di ipoacusia, cioè la diminuzione della capacità uditiva.
Nel mondo 590 milioni di persone convivono con una diminuzione della capacità uditiva e si stima che entro il 2050 oltre un miliardo di individui soffrirà di ipoacusia. Solo nel nostro Paese ad oggi si contano più di 7 milioni di italiani con problemi uditivi.

Leggi di più
Rinite allergica

Rinite allergica

La rinite allergica è una patologia in costante aumento in quasi tutto il mondo: si stima che il 10-30% della popolazione generale ne soffra, con una percentuale che salirebbe addirittura al 40% nei bambini. La rinite allergica può colpire a qualsiasi età, pur essendo più frequente sotto i 30 anni. Altri dati epidemiologici ci dicono che c’è una lieve prevalenza nel sesso femminile e nel 50% dei casi sono presenti fattori ereditari.

Leggi di più