Categoria: Disturbi della voce

Articolo

Voce rauca – noduli delle corde vocali – cosa fare?

I noduli delle corde vocali sono frequenti in chi utilizza la voce in modo assiduo o non corretto. I sintomi sono caratterizzati da una voce rauca, soffiata e da un facile affaticamento della voce. Va precisato che i noduli sono fondamentalmente benigni e non possono andare incontro a degenerazione maligna ma solo creare difficoltà e variazioni della voce.

10 novembre 201427 gennaio 2017di
Articolo

Noduli delle corde vocali

Si presentano come ispessimenti della superficie delle corde vocali; sono in genere bilaterali e simmetrici, e si localizzano sotto il margine libero delle corde vocali, all’unione tra il 1/3 anteriore ed il 1/3 medio. Essi costituiscono una patologia a carico della lamina propria che la microscopia rivela essere sede di minimo edema e di fibrosi compatta, con moderata infiltrazione cellulare, rappresentata da qualche fibroblasta e da rari linfociti o istiociti. L’epitelio di rivestimento si presenta sempre ispessito.

18 dicembre 201318 dicembre 2013di
Articolo

Polipi delle corde vocali

Lesioni molto frequenti, sono generalmente localizzate sul bordo libero delle corde vocali.

Polipi corde vocaliI polipi sono lesioni benigne della laringe, che si verificano soprattutto nei maschi adulti. I polipi sono situati sul margine libero delle corde vocali ostacolando in tal modo il perfetto allineamento sulla linea mediana delle corde vocali.

17 dicembre 201317 dicembre 2013di
Articolo

Paralisi delle corde vocali

La paralisi unilaterale delle corde vocali può essere causata da una varietà di malattie o disordini che impediscono il movimento di una sola unità crico-aritenoidea. È il quadro clinico di più frequente riscontro ed è dovuta a lesioni del nervo laringeo ricorrente (NLR) o a lesione del nervo vago da cui origina il nervo ricorrente.

16 dicembre 201316 dicembre 2013di
Articolo

Granuloma delle corde vocali

I granulomi della laringe sono affezioni relativamente rare. Insorgono nella quasi totalità dei casi nel segmento posteriore della laringe a livello dell’apofisi vocale. Il granuloma laringeo posteriore è più spesso il risultato di una intubazione laringea prolungata, di una patologia laringea da reflusso laringofaringeo (reflusso acido nella laringe), di una disfonia ipercinetica o infine può insorgere quale esito a distanza di un traumatismo chiuso laringeo.

15 dicembre 201315 dicembre 2013di