Tag: naso

I LAVAGGI NASALI NELL’ADULTO: QUANDO SONO VERAMENTE UTILI, E COME EFFETTUARLI
Articolo

I LAVAGGI NASALI NELL’ADULTO: QUANDO SONO VERAMENTE UTILI, E COME EFFETTUARLI

I lavaggi nasali hanno davvero un’utilità per l’igiene quotidiana? La risposta è sì ma è quindi opportuno solo nelle situazioni in cui le cavità nasali siano occupate da secrezioni – più o meno dense – ed in presenza di patologie infiammatorie. Il lavaggi nasali sono quindi raccomandati all’insorgere di forme infettive, come la rinosinusite. In...

LA PULIZIA DEL NASO NEI BAMBINI
Articolo

LA PULIZIA DEL NASO NEI BAMBINI

Il naso è la via principale di entrata dell’aria nelle vie respiratorie. Svolge un’importante funzione perché riscalda e purifica l’aria che inspiriamo, depurandola da tutte le particelle nocive (inquinanti, allergeni, virus e batteri) e rendendola quindi idonea a proseguire il suo viaggio verso i polmoni. In caso di raffreddore, la mucosa del naso si infiamma...

Articolo

Cattiva respirazione nasale e deviazione del setto nasale: una tecnica mininvasiva

La deviazione del setto nasale determina un'ostruzione respiratoria con ridotto passaggio di aria attraverso una o entrambe le cavità nasali. Il russamento notturno, gli episodi di sinusite, la cefalea cosiddetta “rinogena”, la riduzione del passaggio d’aria nasale durante attività sportive sono legate ad una moderata o grave deviazione del setto nasale, correggibile solo con la terapia chirurgica. La tecnica da me utilizzata può essere definita “mininvasiva” e consiste in una piccola incisione.

28 aprile 201815 febbraio 2019di
Otorinolaringoiatria pediatrica: diagnostica e terapia nel bambino
Articolo

Otorinolaringoiatria pediatrica: diagnostica e terapia nel bambino

Intervenire precocemente su malattie in ambito neonatale e pediatrico è oggi sempre più possibile, sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico. Anche nel campo della Otorinolaringoiatria Pediatrica si è assistito a un progressivo affinamento nelle tecniche di diagnostica e di trattamento, privilegiando la minore invasività e di conseguenza la massima tollerabilità da parte del piccolo paziente.

17 gennaio 201817 gennaio 2019di