Categoria: Otorinolaringoiatria pediatrica

Otorinolaringoiatria pediatrica: diagnostica e terapia nel bambino
Articolo

Otorinolaringoiatria pediatrica: diagnostica e terapia nel bambino

Intervenire precocemente su malattie in ambito neonatale e pediatrico è oggi sempre più possibile, sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico. Anche nel campo della Otorinolaringoiatria Pediatrica si è assistito a un progressivo affinamento nelle tecniche di diagnostica e di trattamento, privilegiando la minore invasività e di conseguenza la massima tollerabilità da parte del piccolo paziente.

17 gennaio 201817 gennaio 2018di
Sei consigli per prevenire i malanni di stagione nei bambini
Articolo

Sei consigli per prevenire i malanni di stagione nei bambini

Raffreddore, naso chiuso, influenza: durante la stagione invernale la salute dei più piccoli è continuamente a rischio. Spesso però si tratta di patologie di origine virale, che pertanto non vanno trattate con antibiotici e che solitamente si risolvono spontaneamente nell’arco di pochi giorni.
Ecco sei utili consigli per prevenire i malanni stagionali!

Sordità infantile: otoemissioni acustiche
Articolo

Sordità infantile: otoemissioni acustiche

Presso lo studio del Dott. Berni Canani è possibile praticare lo studio delle otoemissioni acustiche transitorie e da distorsione acustica. Le otoemissioni rappresentano l’esame di scelta nello studio e nello screening delle sordità infantili e nella diagnosi differenziale tra ipoacusia da patologia cocleare o retrococleare (ad esempio nel neurinoma dell’VIII nervo cranico). Otoemissioni acustiche evocate...

8 febbraio 20179 febbraio 2017di
La valutazione dell’udito nei bambini: quando praticare un esame audiometrico e perché
Articolo

La valutazione dell’udito nei bambini: quando praticare un esame audiometrico e perché

Ai test di screening uditivi neonatali attualmente utilizzati possono sfuggire i bambini che presentano forme di ipoacusia progressiva o ad insorgenza tardiva e le neuropatie uditive. Stime eseguite in alcuni Paesi europei  suggeriscono che la percentuale di ipoacusie che si sviluppano dopo il periodo neonatale, e che non possono pertanto essere identificate con il test...